Calendario Eventi Astronomici 2020

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/s960x960/69108177_1084947321675534_5750820239927410688_o.jpg?_nc_cat=100&_nc_ohc=AmHQxKQj5oEAQm5pY7KCpkC7KMfY5HKVdXjG2PJ7rR-ea1Y5oLdvUsVWg&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=772e75fa7f8fce0aaf20b421de5fe971&oe=5EB2733F

Anche nel 2020 il nostro cielo ci riserverà degli spettacoli unici. Noi dell’O.R.S.A. abbiamo pensato di realizzare questo Calendario per i nostri soci ma anche per la comunità di Astrofili che ci segue.

1. Equinozi e Solstizi; Perielio ed Afelio
Credit: Astro Pixels (February 20, 2018). “Solstices and Equinoxes: 2001 to 2100”. Visitato il 2 dicembre 2020;
MobileObservatory PRO v 3.2.

20 marzo, 04:50: Equinozio di Primavera;
20 giugno, 23:44: Solstizio d’Estate;
22 settembre, 15:31: Equinozio d’Autunno;
21 dicembre, 11:02: Solstizio d’Inverno.

5 gennaio 09:24: Terra al perielio. Distanza minima dal Sole pari 147.900.000 km. Massimo diametro angolare del Sole pari a 32’,5;
4 luglio 10:24: Terra all’afelio. Distanza massima dal Sole pari a152.100.000 km. Minimo diametro angolare del Sole pari a 31’.5.

 

2. Eclissi
Credit: Mobile Observatory PRO v 3.2

10 gennaio, 20:09: eclissi parziale di luna;
5 giugno, 21:24: eclissi parziale di luna;
21 giugno, 07:27: eclissi parziale di sole;
5 luglio, 06:29: eclissi parziale di luna.

 

3. Sciami maggiori
Credit: International Meteor Organization (IMO), Meteor Data Center IAU

Vengono elencati gli sciami previsti per il 2020. Sono possibili altri sciami che verranno elencati mese per mese. Ogni sciame deriva da scia di meteoridi (meteoroid stream), una scia di polveri e detriti solidi di varie dimensioni che interseca l’orbita terrestre. Le meteore sembrano irradiarsi da un punto del cielo detto radiante. Il radiante prende il nome dalla costellazione nella quale si viene a trovare. Sono elencati i seguenti parametri:

Nome dello sciame, derivato dalla costellazione nel quale si trova il radiante;
Sigla dello sciame e numero d’ordine dello sciame secondo la IAU (International Astronomical Union);
Data d’inizio, picco (sottolineato) e data di fine;
ZHR, il numero di meteore che un osservatore vedrebbe in un cielo buio, se il radiante si trovasse allo zenith (il punto del cielo sopra la testa). Gli sciami con ZHR > 5 sono detti maggiori, quelli con ZHR < 5 minori.
La fase lunare (100% luna piena, 0% luna nuova);
La velocità delle meteore;
L’oggetto (cometa od ex-cometa) dal quale la scia di meteoroidi deriva.

QUADRANTIDI (QUA-IAU#10)
27 dicembre-3/4 gennaio-10 gennaio
ZHR 120 Luna 58% Medio: 42 km/s Asteroide (ex-cometa) 2003 EH1
LIRIDI (LYR-IAU#06)
16 aprile-21/22 aprile-28aprile
ZHR 18 Luna 1% Medio: 48 km/s Cometa C/1861G1 (Thatcher)
ETA ACQUARIDI (ETA-IAU#31)
19 aprile-6/7 maggio-28 maggio
ZHR 40 Luna 100% Rapido: 67 km/s Cometa 1P/Halley
ALFA CAPRICORNIDI (CAP-IAU#01)
3 luglio-29/30 luglio-15 agosto
ZHR 5 Luna 77% Lento: 24 km/s Cometa 169P/Neat
DELTA ACQUARIDI MERIDIONALI  (SDA-IAU#05)
12 luglio-29/30 luglio-23 agosto
ZHR 16 Luna 76% Medio: 41 km/s Cometa 96P/Machholz(?)
PERSEIDI (PER-IAU#07)
17 luglio-11/12 agosto-26 agosto
ZHR 100 Luna 47% Rapido 60 km/s Cometa 109P/Swift-Tuttle
TAURIDI MERIDIONALI (STA-IAU#02)
10 settembre-9/10 ottobre-20 novembre
ZHR 5 Luna 50% Lento: 28 km/s Cometa 2P/Encke
ORIONIDI (ORI-IAU#08)
2 ottobre-21/22 ottobre-7 novembre
ZHR 20 Luna 34% Rapido: 67 km/s Cometa 1P/Halley
DRACONIDI d’ OTTOBRE (Giacobinidi) (DRA-IAU#09)
6 ottobre-8 ottobre-10 ottobre
variabile Luna 62% Lento: 20 km/s Cometa 21P/Giacobini-Zinner
TAURIDI SETTENTRIONALI (NTA-IAU#17)
20 ottobre-11/12 novembre-10 dicembre
ZHR 5 Luna 15% Medio: 30 km/s Cometa 2P/Encke
LEONIDI (LEO-IAU#13)
6 novembre-16/17 novembre-30novembre
ZHR 15 Luna 5% Rapido: 71 km/s Cometa 55P/ Tempel-Tuttle
GEMINIDI (GEM-IAU#04)
4 dicembre-13/14 dicembre-17 dicembre
ZHR 150 Luna 1% Medio: 35 km/s Asteroide (ex-cometa) 3200 Fetonte
URSIDI (URS-IAU#15)
17 dicembre-22/23 dicembre-26 dicembre
ZHR 10 Luna 60% Medio: 32 km/s Cometa 8P/Tuttle

 

4. Pianeti
Credit: MobileObservatory PRO v 3.2.

9 febbraio: Massima elongazione serale di Mercurio. Visibile al tramonto, ore 18:10, ad WSW, 11° sopra l’orizzonte. Molto luminoso (mv = 0,5), nell’Acquario.
24 marzo: Massima elongazione mattutina di Mercurio. Visibile prima dell’alba, ore 05:30, ad ESE, 5* sopra l’orizzonte. Luminoso (mv = 0,3), nell’Acquario.
Massima elongazione serale di Venere. Visibile al tramonto, ore 18:50, ad W, 39° sopra l’orizzonte. Molto luminoso (mv = 4,4), nell’Ariete.
28 aprile: Massimo splendore di Venere (mv = 4,5).
4 giugno: Massima elongazione serale di Mercurio. Visibile al tramonto, ore 21:00, ad WNW, 13° sopra l’orizzonte. Luminoso (mv = 0,6), nei Gemelli.
8 luglio: Massimo splendore di Venere (mv = 4,5).
14 luglio: Opposizione di Giove. Massimo splendore. (mv = 2,8).
20 luglio: Opposizione di Saturno. Massimo splendore (mv = 0,1).
22 luglio: Massima elongazione mattutina di Mercurio. Visibile prima dell’alba, ore 05:20, ad ENE, 8* sopra l’orizzonte. Luminoso (mv = 0,3), nei Gemelli.
13 agosto: Massima elongazione mattutina di Venere. Visibile prima dell’alba, ore 05:40, ad E, 32* sopra l’orizzonte. Luminoso (mv = 4,3), nei Gemelli.
11 settembre: Opposizione di Nettuno. Massimo splendore (mv = 7,8). Visibile con strumenti (D > 70 mm).
1 ottobre: Massima elongazione serale di Mercurio. Visibile al tramonto, ore 19:00, ad WSW, 18° sopra l’orizzonte. Luminoso (mv = 0,27), nella Vergine.
6 ottobre: Marte alla minima distanza dalla Terra a circa 62,11 milioni di Km.
9 ottobre: Giove al massimo dello splendore (mv = 2,3).
13 ottobre: Marte in opposizione (mv = 2,6).
31 ottobre: Opposizione di Urano. Massimo splendore (mv = 5,7). Visibile con binocoli.
11 novembre: Massima elongazione mattutina di Mercurio. Visibile prima dell’alba, ore 06:10, ad ESE, 12° sopra l’orizzonte. Luminoso (mv = 0,6), nell’Vergine.
21 dicembre: Giove e Saturno in congiunzione strettissima separati soltanto da 1/2° che formeranno una coppia visibile ad occhio nudo. Anche con un piccolo telescopio si potrà osservare uno spettacolo unico: Giove con le sue 4 lune e Saturno con i suoi anelli sullo sfondo.

5. Comete ed Asteroidi
Credit: Mobile Observatory PRO v 3.2, Minor Planet Center

3 febbraio: L’asteroide 4 Vesta raggiunge la massima luminosità dell’anno (mv = 7,6), 12° sopra l’orizzonte tra le costellazioni del Toro e della Balena .

aprile/maggio: La cometa C/2019 Y4 ATLAS secondo le previsioni in questo periodo potrebbe arrivare a una magnitudine da 1 a -10″. Raggiungerà il perielio il 31 maggio, e in quel momento sarà più brillante che mai, anche se non sarà probabilmente più visibile perché troppo bassa e vicina al Sole. Ma lo spettacolo andrà in scena per tutto aprile e buona parte di maggio, quando, si spera, sarà già ben chiara sul palcoscenico del firmamento spostandosi dalla costellazione della Giraffa verso Perseo.

4 maggio: La cometa C/2017 T2 PANSTARRS arriva al perielio e contemporaneamente al suo massimo di luminosità (mv = 8). Osservabile con piccoli telescopi ma anche con modesti binocoli nella Giraffa.
7 luglio: L’asteroide 2 Pallade raggiunge il perielio e la sua massima luminosità (mv = 9,2) tra le costellazioni della Volpetta e dell’Aquila, a circa 21° sopra l’orizzonte.
2 settembre: L’asteroide 1 Cerere arriva in opposizione (mv = 7,5) alle ore 18:46 e sarà osservabile nella costellazione dell’Acquario, a circa 11° sopra l’orizzonte.
ottobre: La cometa 88P/Howell sarà osservabile nella prima parte del mese nella costellazione dell’Ofiuco per poi passare, dopo il giorno 15, attraverso la costellazione del Sagittario. Purtroppo la sua luminosità si manterrà piuttosto bassa aggirandosi intorno alla decima magnitudine.

Toty Pitarresi
Simone Lentini

Credit Foto: Emanuele La Barbera (ORSA).